14/06/2016

UN PROGETTO CHIAMATO MARATONA

Una vera sfida di management ed organizzazione!

Sapete perché in gergo azienda o società è anche detta impresa? Perché è una vera e propria "impresa", in tutti i sensi...ahahahah! E questa Maratona sarà la mia di "impresa"!.....e in quanto tale l'ho dovuta affrontare nel modo giusto! Ho iniziato con curiosità, seguendo qualcuno che ne sapeva, e ancora sa, più di me, chiedendo consigli e pareri...insomma COPIANDO chi è meglio di te! Fatta tua l'idea, inizi a buttare giù la tua strategia con il tuo bel programma/progetto.. quindi obiettivi misurabili!

Ci devi credere!

A questo punto devi partire seguendo il programma, con la "FEDE" che se rispetterai quanto prefissato nulla potrà andar male...anzi!....e qui iniziano i salti mortali per rispettare il tuo programma! Questo è molto importante poiché ti consentirà di non farti distrarre da cose attraenti che potrebbero portarti lontano dal tuo obiettivo...quindi inizi a non partecipare a gare perché quel giorno hai meno o più km da macinare, o comunque di diverso tipo. A questo punto, invevitabilmente, seguendo il programma con costanza, iniziano i primi progressi e non vedi l'ora di metterti alla prova con test intermedi, eventualmente anche per correggere/migliorare la tua strategia, e quindi il tuo programma. Bene o poco bene, arriveranno le batoste, piccoli infortuni dovuti ad errori di "tecnica" (mancanza di skills)....e quindi stop per riprendersi e migliorare "nella tecnica". Così via, continuando a rispettare il tuo programma e misurarti nei test di volta in voltq. Così fino al giorno della gara. Per me un programma di 18 settimane ed oggi le mi gambe "urlano" di voler correre. E con la FEDE che mi ha accompagnato queste settimane, ora non mi resta che correre forte e sicuro, consapevole che le mie gambe e la mia strategia terranno duro per tutti i 42,195km!!!

Written by Andrea Missori per BROStoRUN

COMMENTI: