17/10/2015

TECNICHE DI RILASSAMENTO: IL RILASSAMENTO DISTENSIVO

panda rilassato
Quando si parla di tecnica di corsa non si parla solo di aspetto fisico ma anche di quello mentale. Abbiamo visto infatti che la visualizzazione è fondamentale per migliorare le nostre prestazioni come atleti ed è un vero e proprio asso nella manica per superare i momenti di crisi. Per ottenere dei buoni risultati è importante che questa tecnica venga preceduta da una fase di leggero rilassamento che permetterà da una parte di staccare la spina da tutti i pensieri e problemi quotidiani donandoci un immediato benessere e dall’altra di aumentare le nostre capacità di concentrazione durante la visualizzazione.

Tra le tecniche di rilassamento quello che vi propongo è un rilassamento molto leggero che si chiama distensivo, nel quale la nostra coscienza rimane sempre molto vigile. Questo tecnica ha una breve durata, circa due-tre minuti e se allenata con costanza può essere adoperata, proprio per la sua semplicità e velocità di utilizzo, non solo come fase precedente ad una visualizzazione allo scopo di migliorare la corsa ma anche come modalità rapida da usufruire per rilassarci e tranquillizzarci durante le attività quotidiane e lavorative; un esempio potrebbe essere quello di calmarci e trovare la giusta concentrazione prima una riunione che svolgeremo poco dopo e che ci preoccupa.

Come si svolge

Prima di iniziare il rilassamento, almeno fino a quando non padroneggerete questa tecnica nel migliore dei modi, vi consiglio di trovare uno spazio tutto vostro e di assicurarvi di non essere disturbati. Staccate quindi il cellulare e trovate un luogo tranquillo, magari distesi sul letto o seduti su una confortevole poltrona. Se vi aiuta potete utilizzare in sottofondo una musica rilassante. Quando vi sentite comodi chiudete gli occhi ed iniziate a respirare profondamente e lentamente inspirando dal naso ed espirando con la bocca ricercando una respirazione addominale che favorisce maggiore calma e concentrazione. Iniziate a sentire il vostro corpo pesante e focalizzate la vostra attenzione sugli arti inferiori; prima i vostri piedi, poi le vostre gambe diventeranno sempre più pesanti e rilassate; concentrarvi di seguito sui muscoli addominali, sul vostro petto e successivamente sulle braccia, sentirete tutti i muscoli più rilassati e pesanti. Cercate di sciogliere tutte le tensioni presenti nel vostro corpo, anche le dita delle mani saranno sciolte e libere. Fate cadere le spalle verso il basso e sentite i muscoli del collo rilassarsi sempre più. Lasciate che anche i muscoli facciali non abbiano alcuna tensione e siano sempre più pesanti e rilassati.
Concentratevi sul contatto del vostro corpo con il letto o la poltrona.
Restate per qualche secondo in questa situazione di rilassamento e benessere.

Più vi allenerete in questa tecnica più potrete utilizzarla in tutte le situazioni anche in quelle che non vi permettono di avere uno spazio tutto vostro, diventerà inoltre sempre maggiore sia il grado sia la padronanza del rilassamento stesso.

Dott. Massimiliano Banda
Psicologo dello sport

COMMENTI: