18/12/2017

E' NATA L'ASSOCIAZIONE "NON HO PAURA DEL BUIO APS"

Nasce l’Associazione “Non ho paura del buio APS”.
Alla presidenza è Loris Cappanna, campione italiano di maratona categoria non vedenti.


La disabilità è sempre e solo negli occhi di chi la guarda e giudica.Considerando l’importanza di questa frase, vi chiediamo di chiudere gli occhi e riflettere, ascoltare e parlare con il cuore.
Abbattere l’indifferenza e la diffidenza, aggregare per riabilitare, condividere per amare la vita, queste saranno le nostre finalità e speriamo presto anche le vostre.
Nasce con questi presupposti l’Associazione di Promozione Sociale “Non ho paura del Buio”, fortemente voluta da Loris Cappanna, campione italiano di maratona e mezza maratona nella categoria T11 (non vedenti totali) e da sua moglie Denise Pantoli. Insieme a loro, gli “atleti guida”, che accompagnano Loris durante gli allenamenti e nelle gare: Daniele Zattini, Andrea Onofri, Cesar Alejandro Radic, Matteo Batani, Andrea Baiardi, Andrea Soldati, Nazario Tramonti, Thomas Valentini e Stefano Masini.
“All’inizio degli anni 2000 – racconta Loris - mi viene diagnosticata una malattia congenita che mi costringe a sottopormi a trapianto di cornea in entrambi gli occhi. Un successivo incidente domestico nell’ottobre 2005 compromette definitivamente la vista, portandomi alla cecità totale.



Da quel momento inizia un vero e proprio calvario che mi porta a trascorrere intere giornate tra divano e letto nella mia abitazione, nell’isolamento completo dalla vita e dal mondo”. “Alla fine dell’anno 2013 – prosegue il Campione romagnolo - avviene la svolta: decido di riprendere in mano la vita e di uscire dall’isolamento affidandomi allo sport e lanciando un appello alle società sportive della zona. A rispondere è il forlimpopolese Daniele Zattini che decide di dedicare parte delle sue giornate ad aiutarmi a fare qualche km di corsa con l’ausilio di una piccola corda che ci tiene uniti; con il passare del tempo diventerà un vero e proprio simbolo di amicizia, fiducia, rispetto, affiatamento ma soprattutto coraggio”. “Nasce una vera passione – continua Loris Cappanna - che mi aiuta ad abbandonare quel divano che stava lentamente diventando un letto di morte. Questa nuova consapevolezza, tanta determinazione e l’aiuto degli “atleti guida” è certamente la forza che mi porta a diventare il Campione italiano di categoria ed è anche il motore propulsivo di tutte le attività che abbiamo iniziato ad organizzare. Siamo andati a raccontare la nostra esperienza nelle scuole e siamo stati testimonial di numerose manifestazioni a carattere benefico costituendo il team “Non ho paura del buio”. “Adesso – afferma Cappanna - abbiamo il desiderio di dare una mano alle persone che stanno attraversando una fase drammatica della propria vita e così diamo vita all’Associazione di promozione sociale “Non ho paura del buio”. Come primo progetto, con l’approssimarsi del Natale, l’Associazione rivolge il primo pensiero ai bambini costretti a trascorrere le festività natalizie in un letto di ospedale, con l’iniziativa “Condivido i miei giochi con te”, una raccolta di giochi usati da destinare ai reparti di pediatria degli ospedali romagnoli e Case Famiglia o di Accoglienza del territorio. “Le attività dell’associazione – conclude Loris Cappanna - saranno rese note mediante la pagina facebook “Non ho paura del buio APS” e dall’ormai imminente 2018 sarà possibile associarsi per sostenere le iniziative dell’associazione e diventare protagonisti insieme al team “Non ho paura del buio”.

COMMENTI: