10/03/2015

VUOI MIGLIORARE? MEGLIO RICERCARE LA PRESTAZIONE CHE IL RISULTATO

grafico che mostra dei progressi
Nella vita spesso la soddisfazione personale è legata ai risultati ottenuti. Quello che conta è chi vince. Ma con questo tipo di mentalità cos’è che si rischia? E’ importante ricordarci che vince solo una persona, o una sola squadra, se la nostra passione a praticare uno sport si basasse solo sulla vittoria potremmo perderla subito.

Se ci interessasse solo la vittoria si rischierebbe di restare privi della motivazione a svolgere la nostra attività, che senso ha infatti faticare ogni giorno con tanto impegno per uno sport se non ottengo mai quello che voglio? Ragionare in questo modo è pericoloso e non aiuta a migliorare.

Possiamo essere preparati quanto vogliamo, possiamo sentirci bene sia fisicamente sia mentalmente, ma non possiamo mai essere certi al 100% di vincere; quando si gareggia potremmo sempre trovare qualcuno che è più preparato e che sta meglio di noi. Non possiamo quindi affidare la nostra soddisfazione solo al risultato.

L’unico modo sicuro per migliorare è quello di cercare di lavorare sulla propria prestazione

Lasciamo stare i nostri avversari e concentriamoci su noi stessi. Creiamoci una sorta di sfida, nella quale ogni passo più in là rispetto a dove siamo oggi è una vera e propria vittoria.
Abbassare anche di poco il nostro tempo, migliorare il nostro gesto atletico, incrementare la nostra resistenza. Questi sono alcuni tra i fattori che veramente sono sempre sotto il nostro controllo e che possiamo utilizzare nel nostro allenamento per potenziare la nostra performance e per mantenere alta la nostra motivazione.

Prima di sfidare qualcuno, iniziamo a sfidare noi stessi.

Dott. Massimiliano Banda

COMMENTI: