21/02/2016

DIARIO DI UNA RUNNER

LA SVEGLIA

Ci risiamo la mattina della mezza...suona la sveglia presto e già per il sonno inizi a chiederti ma chi me lo fa fare, poi cerchi di fare colazione ma proprio non va giù nulla, piove non sai come vestirti e mentre ti stai allacciando le scarpette capisci che è l'ora di andare e l'ansia sale, sale, sale. In macchina non dici una parola inizi a concentrarti a stringere la mandibola sempre di più.

I PENSIERI PRIMA DELLA PARTENZA

Poi arrivi al Palazzetto dello Sport di Verona vedi le transenne, i gonfiabili lo starter...e l'emozione sale, emozione mista a paura di non farcela. Paura di non saper dominare la testa perché il segreto per me è tutto lì. È la terza mezza maratona, la prima benissimo ma durante la seconda, per tutta una serie di motivi che ho poi analizzato, la mia testa al decimo km ha detto STOP!
Dal quel momento non sono stata in grado di fare più nulla ma non mi sono ritirata, non lo farei mai, piano piano ho conquistato il traguardo. Quando gambe e testa non si parlano è una sensazione bruttissima , ti viene da piangere e in realtà lo fai per il nervoso. Era la Nizza-Cannes novembre 2015. Avevo paura che a Verona potesse succedere ancora.

SE SAI GESTIRE LA TESTA HAI GIA' VINTO

Parto concentratissima un po’ come prima di un esame senza farmi distrarre da nulla, talmente concentrata che non sento neppure lo sparo! I primi dieci vanno via lisci poi verso il tredicesimo/quindicesimo un po' mi viene lo sconforto inizio a sentire la fatica e il traguardo è ancora lontano. E' proprio lì che devi importi sulla tua testa...non la può avere vinta lei! Così passo dopo passo, km dopo km arrivo al ventesimo km, entro in Arena dove trovo il mio momento di gloria e finalmente la fine. Detto così sembra che io sia una top runner, assolutamente no, semmai una tarta runner, il tempo per allenarsi è poco tra lavoro e figli ma ho sempre creduto in una cosa: dove non arrivano le mie gambe arriva la mia testa. La testa è più forte di tutte le tabelle di allenamento. Ecco domenica ero felice.

Ho saputo gestire la mia testa e ho vinto!!


Written by Barbara per BROS to RUN

COMMENTI: