14/08/2017

LA MADRE DEI CRETINI E' SEMPRE INCINTA

Pochi giorni fa ha avuto inizio una delle tappe più suggestive del circuito "Salento Gold". Quella a Specchia Preti incantevole Borgo salentino!
Il "Gruppo Podistico 2000 Ruffano" si è superato per organizzazione e accoglienza!

L'atmosfera era quelle delle migliori occasioni, occasioni nelle quali ci si può divertire, scambiare baci e abbracci, sorrisi....correre!!!
Il tracciato, di circa 5 km, era in basolato liscio, pulito, ancora caldo dal sole del giorno appena trascorso. Le stradine da percorrere strette al punto che si è partiti per batterie.
Tra i primi saluti ho incontrato una diretta concorrente, una runner della mia stessa categoria, capace forte determinata, verso la quale provo rispetto e ammirazione, con la quale ce la giochiamo spesso sul filo del traguardo, con la quale c'è una amicizia sincera! Nel chiederle come sta mi dice che avrebbe fatto una nuova esperienza in gara: AVREBBE ACCOMPAGNATO UN COMPAGNO DI SQUADRA, un ipovedente!...l'ho invidiata/ammirata in quel momento, perché correre FACENDO DA GUIDA io lo considero un onore e il massimo dell'espressione di condivisione, altruismo e capacità atletica che questo sport ci permette!
Mi congratulo con lei, mi guardo in giro ancora un po', provo il tracciato e sentendo un forte richiamo verso Madre Terra, una speciale energia emanata da quel basolato decido di correre SCALZA!! ...per dire che..... si stava proprio giocando...
Certo, si vincevano ricchi premi ma non era per nessuno la "gara della vita"!!!!
MA EVIDENTEMENTE non tutti la pensavano così....
Tant'è che c'è stato chi in soli 5 km, quindi in meno di mezz'ora, È RIUSCITO a dare il PEGGIO DI SÉ!!!!
NON SOLO con spinte e manifestazione di ludibrio per ogni sorpasso (vedi chi mi ha superato al 3km!).....che ci può stare!
Ma con commenti pesanti, commenti nei confronti del nostro amico runner IPOVEDENTE e dell'amica che gli faceva da GUIDA!!!



Chiaro che non è il caso di fare nomi e cognomi, chiaro che non è il caso di segnalare alla federazione tali soggetti, chiaro che non era il caso al momento di rispondere a tono.
SICURAMENTE È il caso di farci un esame di coscienza, di tornare al VERO significato di questo sport, di dare il giusto valore a queste gare di provincia, di vivere un sano agonismo.
LI HO ASPETTATI al traguardo per abbracciarli, per accarezzare il viso tirato della mia amica e per rassicurare il NOSTRO AMICO che tutto andava bene, che purtroppo gente "cosi" esiste ma lui lo sa, lo sa bene, lo ha imparato. Lui era mortificato, si è sentito "in più", ha detto che ci penserà prima di gareggiare la prossima volta.
NO...QUESTO NO...Non possiamo permetterlo!!!

Si si il TITOLO sarà " LA MADRE DEI CRETINI È SEMPRE INCINTA!"
E sapete cosa mi suscita tutto CIÒ?...pena, tanta pena per chi spinge, per chi superando esulta ma SOPRATTUTTO per chi giudica commenta e parla senza collegare bocca e cervello...ammesso che il cervello lo abbia!!!!


La Lalla

COMMENTI: