09/04/2017

LA GIOIA DI CORRERE

Meditare lungo la strada…


Le ragioni per cui si inizia a correre sono svariate: desiderio di muoversi all’aria aperta, perdere peso, allenarsi, stare insieme agli amici che già lo fanno, seguire una propensione naturale.
Ognuno ha la propria motivazione, ma il risultato è sempre lo stesso: arrivare a provare la gioia di correre.
Un obiettivo che si raggiunge con impegno e fatica; come tutte le cose belle della vita richiede dedizione. A un certo punto non esistono più pioggia, freddo o caldo eccessivi, malesseri o impedimenti; si supera tutto, il desiderio di correre regala l’energia per uscire di casa in qualunque condizione.
Imparare a essere forte mentre si corre è un allenamento che mette in equilibrio anche le sfumature più fragili; lo slancio non viene dall’intenzione di superare gli altri, ma dalla volontà di andare oltre se stessi vivendo appieno l’esperienza.
Persino nelle competizioni si diventa generosi, esiste ovviamente la voglia di vincere, ma un vero runner non dimentica mai la condivisione ed è spontaneo il suo ripetere: «Dai, non mollare, ce la facciamo insieme!».

La sfida verso se stessi e i propri limiti

Ci sono tante similitudini tra la corsa e lo yoga.
Per esempio se esiste una sfida nella corsa e nello yoga è soltanto quella verso se stessi e i propri limiti.
Non ci sono mete esteriori da raggiungere, si intraprende semplicemente un viaggio verso il superamento di schemi mentali preconfezionati che ci imprigionano in una dimensione aliena.
Lo yoga e la corsa sono pratiche naturali, sane, belle, gioiose, che rendono liberi.

La meditazione, una risorsa per il runner

La meditazione, che è la base dello yoga, può diventare per ogni runner una risorsa eccezionale; oltre a rendere migliori le prestazioni, allontana con facilità la sensazione di fatica e aiuta a superare ulteriori limiti.
La capacità mentale di concentrarsi è insita in ciascuno di noi, non è straordinaria o misteriosa; ognuno possiede già in nuce l’attitudine a escludere i pensieri, bisogna solo imparare a metterla in pratica. Quando la mente è pienamente concentrata il tempo passa senza che ce ne accorgiamo, come se non esistesse. Per la mente focalizzata infatti il tempo non esiste!


Di Federica Morrone
https://www.amazon.it/gp/product/B06WGSJ58G/ref=dm_ws_sp_ps_dp
https://goo.gl/A63SKx
www.anyoga.com
www.ganeshmood.com

COMMENTI: