31/07/2015

LA CORSA, UN OTTIMO MODO PER AUMENTARE LA PROPRIA AUTOSTIMA

corridore verso la vittoria
I benefici della corsa vanno ben oltre l'aspetto fisico. La forte connessione tra autostima e pratica sportiva è assodata da svariate ricerche in psicologia dello sport; in particolare nei bambini e negli adolescenti allenatori e genitori possono aiutare a costruire l’autostima del giovane atleta dando valore ai suoi miglioramenti e fornendo un clima positivo e piacevole all’interno del team.

Anche se gli studi ritengono che il periodo più importante per fortificare la propria autostima sia proprio durante la fanciullezza e l’adolescenza, anche per gli adulti lo sport può essere un ottimo sistema per rafforzarla.

Tra gli sport in particolare la corsa dà la possibilità giornalmente di mettersi alla prova e di vedere concretamente i miglioramenti legati al proprio sforzo e al proprio impegno. Nella corsa si ha la possibilità infatti di sfidare innanzitutto se stessi. Anche se si partecipa ad una competizione agonistica, non è tanto importante la posizione in classifica ma i propri miglioramenti rispetto alle precedenti prestazioni.

Ancor maggiormente se si è agli inizi, ogni km in più, il riuscire a correre 20 minuti senza fermarsi, il percorrere un tracciato con salite, diventano dei traguardi importanti. La corsa mettendoci alla prova ha la caratteristica di spingerci a superare i nostri limiti.
Ovviamente è importante cercare di non strafare, infortuni legati ad un esagerato allenamento non farebbero altro che demotivarci, come anche il porci obiettivi irraggiungibili non ci permetterebbe di trovare delle soddisfazioni in quello che facciamo.

Ogni runner che sia un esperto o un principiante dovrebbe porsi obiettivi stimolanti ma allo stesso tempo realistici che aiuteranno a fortificare sempre più la fiducia nei propri mezzi.

Ogni nostro miglioramento diventa simbolo delle nostre potenzialità, ci rende più fiduciosi nelle nostre capacità; una stima di noi stessi che dalla corsa possiamo trasferire anche agli altri aspetti della vita.

Dott. Massimiliano Banda
Psicologo dello sport

COMMENTI: