14/07/2015

L'IMPORTANZA DELL'INDICE GLICEMICO PER MANTENERE LUCIDITÀ MENTALE, ENERGIA E BUONA SALUTE

Nel momento in cui facciamo una scelta alimentare, componendo quindi il nostro pasto giornaliero, alcuni meccanismi indipendenti dall'apporto calorico si attivano. Ciò determinerà alcune reazioni positive o negative in base, quindi, al cibo introdotto.

Reazioni negative che possono essere così riassunte: affaticamento fisico e muscolare, scarsa lucidità mentale, nervosismo, stipsi, aumento di peso, desiderio di cibo nel breve termine, gonfiore al ventre, scarsa digeribilità, apatia, sonnolenza, mal di testa.

Reazioni all'opposto positive: ottime performance sportive, lucidità mentale, positività, appetito controllato, funzionalità intestinale giornaliera, perdita o mantenimento del peso corporeo, energia ben spendibile durante l'arco dell'intera giornata.

Ed é ciò a cui tutti noi dovremmo aspirare!!

Il primo argomento da trattare per capire come alimentarsi correttamente è proprio l'indice glicemico. Esso misura la capacità di un alimento di alzare la glicemia (quantità di glucosio contenuta nel sangue) dopo il pasto. A digiuno la nostra glicemia è di circa un grammo per litro di sangue.
Nel momento in cui introduciamo un alimento la nostra glicemia aumenta,
inducendo la secrezione di un ormone prodotto da speciali cellule del pancreas: l'insulina.

Quest'ultima è una delle cause delle reazioni sopra descritte, essendo un ormone anabolico, cioè utile a costruire piuttosto che a smontare (causa quindi di ingrassamento). E' quindi di fondamentale importanza consumare alimenti a basso e medio indice glicemico durante la giornata, o, utilizzare alcuni "trucchi" per contenere l'innalzamento della glicemia. Controllare i livelli di zucchero nel sangue, mantenendoli equilibrati, creando in questo modo quella che viene definita la "calma insulinica", permette di ottenere i seguenti benefici:perdita o controllo del peso corporeo, aumento della resistenza fisica, recupero più rapido dell'energia dopo uno sforzo fisico, senso di sazietà più lungo tra un pasto e l'altro, buon umore, riduzione dei livelli di colesterolo, prevenzione di varie malattie (diabete, sindrome metabolica, malattie cardiovascolari).
L'approccio a un'alimentazione a contenuto indice e carico glicemico é semplice e non necessita di calcoli matematici.

Nelle prossime sessioni parleremo di carico glicemico e quale sia la corretta alimentazione sportiva per ottenere un buon rendimento fisico e mentale.

Nicoletta Blasich
TAGS: dimagrire

COMMENTI: