09/08/2015

ITALIA 2.0 L’ATLETICA SCOPRE UNA NUOVA GENERAZIONE DI FENOMENI

Sulla nostra pagina Facebook abbiamo seguito gli Europei Juniores che si sono svolti in Svezia e i Mondiali Allievi in Colombia che hanno portato una pioggia di medaglie e soddisfazioni ai colori azzurri.

L’atletica leggera forse ha trovato una nuova generazione vincente. Siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla raffica di medaglie arrivate nelle due manifestazioni giovanili più importanti che si sono tenute in contemporanea nel mese di luglio. La grinta di questi ragazzi, le loro storie (molti provengono dall’Est europeo e dall’Africa con alle spalle storie difficili) il loro orgoglio nell’indossare la maglia azzurra e il non accontentarsi del risultato ottenuto guardando oltre già alle prossime sfide, ci fanno ben sperare per il futuro della nostra atletica.



Tra Colombia e Svezia le spedizioni azzurre tornano a casa con 9 medaglie. A Cali con l’oro di Stefano Sottile nell’alto e il bronzo di Marta Znoni negli 800m. Il secondo miglior risultato per l’Italia dopo Bressanone 2009.

In Svezia invece le medaglie azzurre sono 9: due ori, tre argenti e quattro bronzi. L’Italia ha concluso i campionati con il record di 27 finalisti, il quarto posto nella classifica a punti (114 dietro Gran Bretagna, Germania e Russia) e il quinto nel medagliere. Da segnalare la medaglia d’oro di Giovanni Galbieri nei 100m uomini con il tempo di 10''33 (primo italiano a riuscirci nelle 10 edizioni dei campionati europei) e la staffetta 4X400 femminile che, oltre a conquistare il bronzo, ha fatto registrare il nuovo record italiano in 3’37’’45.

E’ davvero nata una nuova generazione di fenomeni? Il tempo e le prossime sfide ce lo diranno ma per ora lasciateci sognare…

Written by Frank
BROS to RUN
TAGS: campioni

COMMENTI: