03/05/2015

I SUPEREROI ESISTONO E INDOSSANO LE SCARPE DA CORSA

Lo abbiamo ammirato nella 100 chilometri del Passatore, ci siamo commossi quando a Roma, dopo aver concluso la Maratona al nono posto, ha deciso di correrla di nuovo per accompagnare l'ultimo atleta al traguardo. Domenica 3 maggio Giorgio Calcaterra, l'uomo comune che di comune in realtà ha ben poco, ci ha regalato un'altra emozione vincendo per il secondo anno consecutivo la tappa italiana della Wings for Life World Run correndo per 78,53 km e conquistando il 4° posto nella classifica mondiale vinta dall'etiope Lemawork Ketama che ha corso in Austria la bellezza di 79,9 Km.



Tra le donne ha vinto in casa la giapponese Yuuko Watanabe che ha corso 53.6 km.
Queste le parole di Calcaterra al termine della prova: "Sono davvero felice, ho migliorato di circa 5km il risultato dell'anno scorso. Sono molto soddisfatto di esserci riuscito e sono orgoglioso di sostenere la Fondazione Wings for Life e la ricerca sulle lesioni al midollo spinale. La mia speranza più grande è che un giorno si possa trovare una cura: oggi ho corso per tutte le persone che non possono farlo."
I supereroi esistono, il nostro si chiama Giorgio Calcaterra.
TAGS: campioni

COMMENTI: