01/09/2015

COSA MANGIARE PRIMA DI UNA GARA O UN ALLENAMENTO?

Ragioniamo insieme... Se il cibo da noi introdotto non è stato completamente assimilato, il sangue verrà richiamato verso l'apparato digerente per poter espletare a questa funzione, impedendo così di ossigenare i nostri distretti muscolari. Ciò causerà sicuramente una minor prestazione sportiva.
E' fondamentale, per quest'ultimo fattore, alimentarsi in modo corretto, differenziando la quantità di nutrienti nei giorni in cui ci alleniamo e in quelli in cui riposiamo.

Facciamo un esempio pratico: la quantità di carboidrati assunta varierà in funzione dell'allenamento, questo vuol dire più lavoro fisico svolgeremo più carboidrati complessi integrali dovremo introdurre.

CARICO ALLENAMENTO MAGGIORE = CARICO DI CARBOIDRATI COMPLESSI MAGGIORE

Quest'oggi vorrei far chiarezza partendo dalla nostra colazione, il pasto in assoluto più ricco e completo della giornata.
Ogni sportivo cerca in ogni suo allenamento o gara il massimo della prestazione. Partendo da questo basilare e ovvio concetto l'alimentazione sportiva, partendo dall'assunzione di cibo mattutino, dovrà considerare l'inserimento di nutrienti di facile e rapida digeribilità. Alimenti molto grassi permangono a lungo nel nostro stomaco, contrariamente a quello liquidi, che in 15/20 minuti lo abbandonano.

Riassumendo questi concetti cosa dobbiamo ricordare quindi? Che al momento della nostra prestazione il cibo deve essere digerito e che il livello di glicogeno consumato durante la notte deve essere ripristinato. Quindi cosa è opportuno ingerire a colazione prima di una competizione o di un allenamento mattutino?
Tre ore prima della gara: una tazza di latte d'avena, che vi donerà un'energia formidabile (i cavalli si alimentano con avena!!), mantenendo una buona digeribilità. Se non gradite potete assumere del succo di mela senza zuccheri aggiunti.
A queste bevande potete aggiungere del muesli creato da voi: fiocchi d'avena integrali, d'orzo integrali, di segale, di farro integrale, di riso integrali, di miglio integrali (è di fondamentale importanza la dicitura integrale proprio per mantenere l'indice glicemico basso); frutta secca tipo mandorle, noci, nocciole, anacardi, pistacchi non salati (la parte oleosa abbassa ancor più l'indice glicemico e vi darà sazietà); se di vostro gradimento dell'uvetta secca o delle albicocche secche che possono essere sostituite con un po' di frutta fresca tipo mirtilli, o albicocche, o pesche, vista la stagione. La quantità non deve essere eccessiva...non deve appesantirvi ma deve darvi energia.
A tutto ciò aggiungerete una fetta di pane integrale (se possibile fatto con lievito madre) tostato (per abbassare l'indice glicemico) con un velo di tahin (crema di sesamo) e della marmellata con zuccheri della frutta (dolcificata con succo di mela o succo d'uva, per esempio)
Sapevate che consumare una ricca colazione, facilita la costruzione di massa muscolare ed attiva la tiroide? Questo dipende dalla produzione ormonale che il nostro organismo è in grado di generare durante l'arco della mattinata.

Provate e fatemi sapere che informazioni vi ha dato il vostro corpo dopo queste modifiche alimentari .
Ciao e...alla prossima!

Nicoletta Blasich

COMMENTI: