17/11/2017

CORRERE? UNA QUESTIONE DI PELLE

I benefici della corsa sono molteplici, sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista mentale. Tuttavia uno sforzo prolungato come può essere quello dato dagli sport di resistenza, può provocare uno stress con conseguente invecchiamento della pelle.
Di chi è la colpa? Dei famigerati radicali liberi.

COSA SONO I RADICALI LIBERI

Durante il metabolismo energetico una piccola quantità di ossigeno contribuisce alla formazione dei radicali liberi. Un radicale libero è una molecola altamente instabile che per tornare al proprio equilibrio tende a “rubare” l’elettrone della molecola accanto per pareggiare la propria carica elettromagnetica. Questo meccanismo genera altre molecole instabili in una sorta di reazione a catena che, se non viene arrestata in tempo, danneggia le strutture cellulari.


COSA SUCCEDE QUANDO CORRIAMO?

L’attività fisica comporta uno sbilanciamento tra la produzione di radicali liberi e il loro smaltimento che porta il nome di stress ossidativo. Una continua attività sportiva induce nel nostro organismo un aumento delle difese contro questo tipo di stress diminuendone comunque gli effetti.
Durante un esercizio fisico il consumo di ossigeno può aumentare fino a 20 volte rispetto alla condizione di riposo e addirittura nei muscoli questo fabbisogno può essere addirittura 100 volte superiore.
Se quindi da un lato l’aumento del flusso di ossigeno è necessario per soddisfare le richieste energetiche, dall’altro fa aumentare la produzione di agenti ossidanti quali appunto i radicali liberi.
Esiste una relazione stretta tra invecchiamento della pelle e il danno provocato dai radicali liberi perché gli acidi grassi polinsaturi che costituiscono lo strato cutaneo, sono particolarmente sensibili all’attacco da parte di queste molecole. Come ad esempio l’acido ialuronico il cui danneggiamento determina un invecchiamento precoce della pelle.

NIENTE PAURA, LA SOLUZIONE C’E’ ED E’ CORRERE BENE E MEGLIO!

Non staremo qui a parlarvi di prodotti utili per prendersi cura della propria pelle ma di quello che un buon allenamento riesce a fare.
E’ dimostrato infatti che se è vero che la quantità di radicali liberi prodotti durante uno sforzo è direttamente proporzionale alla durata e all’intensità dell’esercizio fisico, è anche vero che è inversamente proporzionale al grado di allenamento di chi lo pratica.
Questo vuol dire che un fisico ben allenato ha una maggiore capacità antiossidante ed è in grado di contrastare con maggiore efficienza i danni causati dai radicali liberi.
La soluzione dunque c’è. Allenarsi bene e con costanza concedendosi magari anche qualche prodotto giusto, in grado di nutrire nel modo corretto la nostra pelle.
Buone corse libere dai radicali liberi

COMMENTI: