19/04/2014

CORE STABILITY (prima parte) - parola al fisioterapista

Negli ultimi anni i termini ‘core’ e ‘core stability’ hanno assunto una grande importanza sia in ambito sportivo, sia riabilitativo. I muscoli costituenti il ‘core’ giocano un ruolo importante nel miglioramento della performance e del gesto atletico e si sono rivelati fondamentali nella prevenzione e nel recupero di patologie legate all’attività sportiva.

Ma che cos’è il core?
È un gruppo di muscoli, detti anche profondi, il cui scopo è di conferire stabilità ad un’articolazione. In particolare, il trasverso dell’addome, il multifido, gli interspinosi – intertrasversari – trasverso spinali e parte dello psoas e degli obliqui addominali costituiscono gli stabilizzatori della zona addominale e lombare. Questi muscoli forniscono, allo strato muscolare più superficiale, detti anche mobilizzatori (retto dell’addome, obliqui e paraspinali) e agli arti inferiori, una solida base sia per le attività quotidiane, sia per il gesto atletico.

I benefici dell’allenamento del core sono i seguenti:
• Miglioramento della funzionalità respiratoria;
• Acquisizione e mantenimento di una postura corretta;
• Miglior equilibrio funzionale – posturale,
• Minor rischio d’infortuni durante l’attività sportiva;
• Prevenzione di patologie alla colonna e sport-specifiche;
• Miglioramento della performance e del gesto atletico;

Il lavoro aerobico e le sessioni in palestra non consentono però un corretto allenamento di questi muscoli, di cui molto spesso siamo poco coscienti. Sviluppare la forza, la resistenza e il controllo richiede esercizi specifici inseriti nel programma quotidiano di training.
In seguito vedremo degli esempi di ‘core stability’ di difficoltà crescente, per una miglior performance e per un allenamento più sicuro.
Esistono molti esercizi in tal senso e quelli proposti (parte 2-3-4) sono solo un punto di partenza. L’utilizzo di attrezzi (es. fit ball) o pesi incrementa ulteriormente la difficoltà rendendo più divertente l’allenamento.


Dott. in Fisioterapia
Orthopaedic Manipulative Therapist - OMT
Enrico Ferigutti

COMMENTI: