01/06/2015

COME CORRERE BENE: migliora la tua velocità

Per correre bene sono sicuramente importanti la postura, l’appoggio del piede e la velocità.
In questo articolo diamo alcuni consigli su come misurare ed ottimizzare la propria cadenza e quindi la propria velocità.

CHE COS’E’?

La cadenza è il numero di volte che il piede tocca il suolo in un determinato lasso di tempo che in genere è di un minuto. Poiché la spinta in avanti avviene solamente quando i piedi toccano terra è necessario affinare la tecnica di corsa per farli decollare il più rapidamente possibile in modo da ottimizzare la propulsione della corsa. La cadenza è legata alla lunghezza del passo, più lungo è il passo più lenta è la cadenza.


QUAL E’ LA CADENZA OTTIMALE?

Come abbiamo più volte ripetuto nell’analizzare le caratteristiche necessarie su come correre bene, i runners di tutti i giorni generalmente rientrano nella fascia che va dai 140 ai 160 passi al minuto, fanno quindi passi molto lunghi, quelli di elite 180 passi e quelli di categoria ancora superiore 200 passi al minuto. La cadenza ideale per un runner che si allena costantemente con buoni risultati, risulta essere quella attorno ai 180 passi al minuto.

COME SI MISURA LA CADENZA?

Innanzi tutto bisogna partire determinando la propria cadenza base. Durante la corsa provate a contare il numero di volte in cui ogni piede colpisce il terreno. Per rendere più semplice il tutto prendete il piede destro o sinistro, contate il numero di volte in cui tocca il suolo nell’arco di un minuto e moltiplicatelo per due. Questa è la vostra cadenza. Attenzione però in quanto essa potrà variare a seconda che voi siate in gara o in allenamento. Per riuscire a raggiungere la velocità ottimale al fine di correre bene, dovrete utilizzare come punto di partenza entrambi i dati. La situazione ottimale sarebbe quella di avere la stessa cadenza di 180 passi sia in gara sia in allenamento, in quanto l'allenamento ha proprio la funzione di consolidare il gesto ed il ritmo gara; inoltre questa frequenza riduce i carichi e gli infortuni, quindi più la si impara ad usarla meglio è!

COME SI OTTIENE LA CADENZA OTTIMALE?

Ci sono diversi modi per ottenere una cadenza più veloce: l’utilizzo di strumenti in grado di dare ritmo (ad esempio un metronomo o della musica), l’esecuzione di esercizi specifici per abituare il proprio corpo ad una maggiore velocità o l’utilizzare tecniche di visualizzazione (ad esempio ripetendo mentalmente il gesto atletico prima di svolgerlo).

Migliorare la velocità della cadenza non è difficile ma ci vuole tempo, pazienza e costanza. Date al vostro corpo dalle 6 alle 8 settimane di tempo per adattarsi al nuovo modo di correre, allenatevi con costanza e…buon divertimento!

Written by Frank

BROStoRUN 

COMMENTI: