17/12/2016

ArtiKen GLI ARTIGIANI DELLA CORSA

Avete presente quella splendida pista di atletica in mezzo ai boschi dell’Oregon che altro non è che il quartier generale della Nike?

Avete presente quegli splendidi video realizzati in cui si vedono gli allenamenti di atleti del calibro di Mo Farah, Aron Rono, Paul Chelimo, Sadrack Kipchirchir solo per citarne alcuni?
Ebbene abbiamo raggiunto al di là dell’Oceano colui che realizza tutto questo, il suo nome è Christopher Hough e dietro al suo lavoro quotidiano non c’è solo la passione per la corsa e l’amicizia con questi grandi atleti ma molto di più.
C’è un progetto nato pochi mesi fa proprio prima delle Olimpiadi di Rio, che ha uno scopo nobile. Questo progetto si chiama ArtiKen.

“Ciao Christopher, abbiamo spesso pubblicato i tuoi video e ci siamo incuriositi ancora di più quando abbiamo letto di ArtiKen. Quando nasce e che cos’è?”

“Ciao Ragazzi e lettori di BROStoRUN.
Ho iniziato ArtiKen nel mese di luglio ma l’idea era nata molti mesi prima quando, assistendo alle gare di atletica, notavo che molti atleti indossavano dei braccialetti che erano impossibili da trovare poi nei negozi. Ho pensato così che questa fosse una lacuna del mercato che andava in qualche modo colmata.
Lavorando presso il quartier generale della Nike, sono diventato amico di molti degli atleti professionisti, come Paul Chelimo, Shadrack Kipchirchir, Betsy Saina, e Aron Rono. Questi mi hanno messo in contatto con alcune persone che producevano i braccialetti che indossano abitualmente e grazie al loro aiuto sono riuscito a produrne un piccolo quantitativo da distribuire agli amici e agli atleti . La soddisfazione è stata vedere gli amici Paul Chelimo, Matthew Centrowitz, Justin Gatlin, gareggiare a Rio indossando i braccialetti ArtiKen.”

“L’intuizione è stata grande ma dietro ArtiKen c’è qualcosa di più di una semplice azienda che fabbrica braccialetti. Qual è il vostro obiettivo?”

“E’ proprio così infatti. Grazie alla vendita on line dei braccialetti ArtiKen stiamo portando acqua potabile in molte zone del Kenya. In quelle zone, le malattie trasmesse dall'acqua inquinata uccidono molte persone ogni giorno e l'accesso ai pozzi sicuri è molto difficoltoso. Pensate che in media, nei villaggi, una persona deve percorrere 4 miglia per assicurarsi dell’acqua non contaminata. Ogni braccialetto venduto aiuta i nostri progetti idrici in Kenya.
Siamo nati da soli 6 mesi ma il futuro è luminoso e le capacità con la società sono infinite. Per ora produciamo soltanto bracciali e portachiavi ma nel tempo faremo molto altro!”



“In conclusione Christopher, cosa significa ArtiKen?”

“ArtiKen è l'abbreviazione di "Artisan keniano" (Artigiano Keniano) perché le nostre realizzazioni sono artigianali e fatte totalmente a mano.”
Grazie Christopher, ora che è nata questa bella amicizia al di là dell’Oceano continueremo a seguire ArtiKen con grande passione.

Potete seguire progetti, realizzazioni e progressi di ArtiKen su
Facebook, Instagram, Twitter, Snapchat e tramite il sito ufficiale


Written by Frank
BROStoRUN

COMMENTI:

Nessun oggetto disponibile.